Avviso pubblico per l’erogazione di contributi destinati alla rinegoziazione dei contratti di locazione per il Distretto Socio-Sanitario Ovest

0

Il Comune di Vigarano Mainarda in collaborazione con Acer e nell’ambito della gestione associata dei servizi sociali con i comuni di Cento, Terre del Reno, Poggio Renatico, Bondeno informa che nel sito di ACER Ferrara è stato pubblicato il nuovo avviso pubblico per l’erogazione di contributi destinati alla rinegoziazione dei contratti di locazione per il Distretto Socio-Sanitario Ovest

Il termine di scadenza di presentazione delle domande è il 31/12/2022

I bandi e il modulo online per la presentazione della domanda è accessibile al seguente link:

https://www.acerferrara.it/p/621/fondo-rinegoziazioni.html

 

 Si informa che con D.G.R. n. 1925 del 22/11/2021 sono stati prorogati i termini per la presentazione della domanda per l’erogazione dei contributi destinati alla rinegoziazione dei contratti di locazione introdotti con la D.G.R. n. 1275 del 02/08/2021.

 La domanda si potrà ora presentare dal xx/02/2022 al 31/12/2022 tramite modulo online reperibile sul sito www.acerferrara.it.

 ACER Ferrara è stata delegata da tutti i Distretti socio-sanitari della provincia di Ferrara a gestire le procedure amministrative e contabili per l’erogazione dei presenti contributi agli aventi diritto.

 Requisiti per l’ammissione al contributo

Possono fare domanda coloro che:

– sono cittadini italiani, o cittadini dell’U.E., o cittadini non dell’U.E. con permesso di soggiorno di almeno un anno o permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (ex carta di soggiorno);
– hanno un contratto di locazione ad uso abitativo di un alloggio stipulato ai sensi dell’ordinamento vigente al momento della stipula e regolarmente registrato presso l’Agenzia delle Entrate da almeno un anno alla data di presentazione della domanda di contributo;
– hanno un valore ISEE ordinario o corrente per l’anno 2022 per le prestazioni sociali relativo al nucleo familiare compreso tra € 0 ed € 35.000,00;

– hanno rinegoziato il canone di locazione mediante la stipula di scrittura privata, regolarmente registrata, con il locatore;

– hanno la residenza nell’alloggio oggetto del contratto di rinegoziazione;

– non sono assegnatari di alloggi di edilizia residenziale pubblica (ERP);

– non sono titolari, nell’anno 2022, di un contributo per “l’emergenza abitativa”;

– non sono beneficiari, nell’anno 2022, di un contributo del Fondo per la “morosità incolpevole”;

A quanto ammontano i contributi

Sono previste due tipologie di rinegoziazione con relativa graduazione dei contributi.

1) Riduzione dell’importo del canone di locazione libero (art. 2, comma 1 L. 431/98) o concordato (art. 2, comma 3, L. 431/98)

La riduzione deve essere di almeno il 20% ed applicata per una durata minima non inferiore a 6 mesi. Il canone mensile rinegoziato non può comunque essere superiore a 800 €.

Il contributo è pari:

  1. Durata tra 6 e 12 mesi: contributo pari al 70% del mancato introito, comunque non superiore a 1.500 €.
  2. Durata tra 13 e 18 mesi: contributo pari all’ 80% del mancato introito, comunque non superiore a 2.500 €.
  3. Durata oltre 18 mesi: contributo pari al 90% del mancato introito, comunque non superiore a 3.000 €

Il canone di locazione da prendere come riferimento è quello specificato nel contratto di locazione, comprensivo delle rivalutazioni ISTAT, al netto delle spese condominiali ed accessorie.

2) Riduzione dell’importo del canone con modifica della tipologia contrattuale da libero (art. 2, comma 1, L. 431/98) a concordato (art. 2, comma 3, L. 431/98)

Il canone mensile del nuovo contratto a canone concordato non può comunque essere superiore ad € 700.

Il contributo è pari all’80% del mancato introito, calcolato sui primi 24 mesi del nuovo contratto, con un contributo massimo, comunque non superiore ad € 4.000

La riduzione del canone è calcolata tra il canone annuo del contratto originario e il nuovo canone annuo percepito, come definito dagli accordi territoriali, al netto delle spese condominiali ed accessorie.

Le rinegoziazioni dei canoni devono essere intervenute in data successiva al 02/08/2021.

Il contributo regionale per le rinegoziazioni avvenute nei Comuni ad alta tensione abitativa ed aventi data antecedente al 6 settembre 2021, è limitato al 30% per i mesi di rinegoziazione afferenti all’anno 2021.

Per ogni ulteriore elemento di dettaglio si rimanda al Bando integrale reperibile sul sito di ACER Ferrara e sui siti di tutti i Comuni della Provincia, dove sarà possibile reperire anche la modulistica occorrente per la domanda ed i contatti telefonici e di posta elettronica per eventuali informazioni.

print
Condividi.

Comments are closed.