REDDITO DI CITTADINANZA, INFORMATIVA E MANUALE.

0

IL REDDITO DI CITTADINANZA
Dal 6 marzo 2019 puoi richiedere il Reddito di cittadinanza. Si tratta di un sostegno economico ad integrazione dei redditi familiari associato ad un percorso di reinserimento lavorativo e sociale, di  cui i beneficiari sono protagonisti sottoscrivendo un Patto per il lavoro ed un Patto per l’inclusione sociale. Il tuo nucleo familiare deve possedere però determinati requisiti di cittadinanza, economici e di altro tipo. Una volta riconosciuto, potrai ricevere il beneficio tramite un’apposita Carta di pagamento elettronica.
QUALI REQUISITI DEVI AVERE
Cittadinanza
Essere cittadino italiano o europeo o lungo soggiornante e risiedere in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi 2 in via continuativa.
ISEE
Avere un ISEE (Indicatore di Situazione Economica Equivalente) aggiornato inferiore a 9.360 euro
annui.
Patrimonio immobiliare
Possedere un patrimonio immobiliare, diverso dalla prima casa di abitazione, non superiore a 30.000 euro.
Patrimonio finanziario
Avere un patrimonio finanziario non superiore a 6.000 euro che può essere incrementato in funzione del numero dei componenti del nucleo familiare e delle eventuali disabilità presenti nello stesso.
Reddito familiare
Avere un reddito familiare inferiore a 6.000 euro annui moltiplicato per la scala di equivalenza. La
soglia del reddito è elevata a 9.360 euro nei casi in cui il nucleo familiare risieda in una abitazione in
affitto.
DOVE PRESENTARE DOMANDA
La domanda per il Reddito di cittadinanza può essere presentata telematicamente al sito www.redditodicittadinanza.gov.it , presso i Centri di Assistenza Fiscale (CAF) o, dopo il quinto giorno di ciascun mese, presso gli uffici postali (gestore del servizio integrato di cui all’articolo 81, comma 35, lettera b), del decreto-legge 25 giugno 2008 n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133).
Le informazioni contenute nella domanda del Reddito di cittadinanza sono comunicate all’INPS entro dieci giorni lavorativi dalla richiesta. L’INPS, entro i successivi 5 giorni, verifica il possesso dei requisiti sulla base delle informazioni disponibili nei propri archivi e in quelle delle amministrazioni collegate e, in caso di esito positivo, riconosce il beneficio che sarà erogato attraverso un’apposita Carta di pagamento elettronica (Carta Reddito di cittadinanza) .

Il beneficio deve essere fruito entro il mese successivo a quello di erogazione.

Entro 30 giorni dal riconoscimento del Reddito di cittadinanza da parte di INPS , il beneficiario è
convocato:
dai Centri per l’Impiego per stipulare il Patto per il lavoro, se nella famiglia almeno uno tra i
componenti soggetti alle “condizionalità” sia in possesso di almeno uno tra questi requisiti:
a) assenza di occupazione da non più di due anni;
b) età inferiore a 26 anni;
c) essere beneficiario della NASpI ovvero di altro ammortizzatore sociale per la disoccupazione
involontaria o averne terminato la fruizione da non più di un anno;
d) aver sottoscritto negli ultimi due anni un Patto di servizio in corso di validità presso i CPI ai
sensi dell’articolo 20 del decreto legislativo n. 150 del 2015;
OPPURE
dai servizi dei Comuni competenti per il contrasto alla povertà, per stipulare il Patto per
l’inclusione sociale, in tutti gli altri casi.

LA DOMANDA PER IL REDDITO DI CITTADINANZA NON SI PRESENTA AL CENTRO IMPIEGO
PER PRESENTARE LA DOMANDA SI PUÒ:
– andare alle Poste e compilare l’apposito modulo che sarà DISPONIBILE DAL 6 MARZO
(la domanda verrà inserita subito nel portale del Ministero del Lavoro dall’operatore di sportello di Poste Italiane).

– presentare la domanda online , A PARTIRE DAL 6 MARZO, direttamente sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali al link www.redditodicittadinanza.gov.it tramite le credenziali SPID (informazioni sul sito www.spid.gov.it )

La raccolta delle domande avverrà anche presso i Centri di Assistenza Fiscale (CAF), dalla data e con le modalità che saranno successivamente comunicate.

COSA PUOI FARE PRIMA DEL 6 MARZO:
– puoi richiedere il tuo ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) presso i CAF oppure online sul sito dell’INPS.
– Se vuoi fare la richiesta online è indispensabile aver attivato SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Ti consigliamo di richiederlo prima del 6 marzo presso uno degli Identity Provider Accreditati che trovi sul
sito www.spid.gov.it

SOLO A SEGUITO DEL RICONOSCIMENTO DEL REDDITO DI CITTADINANZA DA PARTE DELL’INPS, LE PERSONE IN CONDIZIONI DI OCCUPABILITA’ SARANNO CHIAMATE DAI CENTRI PER L’IMPIEGO ENTRO 30 GIORNI DAL RICONOSCIMENTO DEL BENEFICIO.

Manuale-Rdc.pdf (34 download)

 

RDC_NOTA-INFORMATIVA.pdf (36 download)
print
Condividi.

Comments are closed.